NABA Painting and Visual Arts/What's going on?

FORUM DELL’ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA 2015 | PRATO 25-27 SETTEMBRE 2015

Posted in docenti, Events, Exhibition, Lecture by NABA Painting and Visual Arts on 18/09/2015

 prato

 

 

FORUM DELL’ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA 2015

 

 

PRATO 25-27 SETTEMBRE 2015

Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci

LA VOCE DEL DIPARTIMENTO DI ARTI VISIVE SUL FUTURO DEL SISTEMA DELL’ARTE IN ITALIA.

Il Dipartimento di Arti Visive NABA, diretto da Marco Scotini, sarà tra gli ospiti della prima edizione del Forum dell’arte contemporanea italiana, evento pubblico di primo piano organizzato dal Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato dal 25 al 27 settembre 2015.

Durante le tre giornate di dibattito, alcuni tra i docenti e gli alumni del Dipartimento si confronteranno con i maggiori operatori del settore per fare il punto sulle criticità del sistema dell’arte in Italia. Tra i temi trattati dal Forum sono in programma la formazione e il ruolo dei critici e dei curatori, i musei come nuovi centri per produrre e sperimentare, lo sviluppo della didattica nelle scuole e nelle istituzioni, i modelli formativi per gli artisti, l’aspetto sociale dell’arte, gli archivi come strumenti di ricerca e formazione, il ruolo della committenza, le nuove strategie di foundrasing, la funzione dei premi,  dei concorsi e delle residenze d’artista.

Con Marco Scotini, Direttore del Dipartimento di Arti Visive, parteciperanno al Forum Franco La Cecla (docente di Teoria e metodo dei mass media), Andris Brinkmanis (Course Leader del Triennio in Pittura e Arti Visive), Bert Theis (docente di Arti Visive) Elvira Vannini (docente di Storia dell’arte moderna e di Allestimento), Silvia Simoncelli (docente di Economia dell’arte), Francesco Valtolina (docente di Design per l’editoria), Paolo Caffoni (docente di Design per l’editoria), Giovanna Silva (docente di Fotografia per l’architettura), Marko Tadic (docente di Arti Visive), e gli alumni Barbara Meneghel (curatrice), Aria Spinelli (curatrice), Maria Pecchioli (artista), Matteo Lucchetti (curatore) e Mirko Smerdel (artista).

Il Forum, strutturato in tavoli di lavoro e di ricerca che concluderanno un lungo e articolato work in progress del Centro Pecci, sarà un momento non solo di riflessione ma di costruzione per l’imminente futuro del sistema dell’arte in Italia.

 

 

IL VALORE DELL’AUTENTICA | Giovedì 4 giugno, ORE 18.00 | Triennale di Milano

Posted in docenti, Events, Lecture by NABA Painting and Visual Arts on 28/05/2015

simonc

Johan & Levi Editore, in collaborazione con NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano e Università Bicocca di Milano presenta “Il valore dell’autentica. Contratti e certificati tra arte contemporanea e pratiche legali”, a cura di Alessandra Donati (Uni Bicocca) e Silvia Simoncelli (NABA). L’iniziativa si avvale del supporto della Triennale di Milano.

Giovedì 4 giugno

dalle ore 18.00

Triennale di Milano – Saletta LAB

Via Alemagna 6, Milano

 

Info: 039 7390330

Ingresso libero

 

Con Paolo Bergmann, Alessandra Donati, Sara Martinetti, Cesare Pietroiusti, Marco Scotini e Silvia Simoncelli

 

L’arte contemporanea, in particolare modo dagli anni ’60, ha fatto propri una serie di documenti e strumenti legali. Non più intesi esclusivamente come attestati in grado di comprovare l’autenticità delle opere d’arte, certificati e contratti sono entrati a far parte del linguaggio artistico – da una parte come strumento di amministrazione, dall’altra come modalità della pratica artistica. A partire dall’arte concettuale e dal “Contratto di trasferimento di opere d’arte” di Seth Siegelaub, la cui versione italiana fu curata da Germano Celant, contratti e autentiche hanno rappresentato per gli artisti un efficace mezzo per riflettere sullo statuto dell’opera d’arte e sul sistema economico in cui questi beni si muovono.

La giornata di studi si rivolge ad artisti, curatori, collezionisti, galleristi, avvocati, collezionisti, a studenti dell’accademia di belle arti, di storia dell’arte, di filosofia, di giurisprudenza.

 

 

PROGRAMMA

 

Introduzione di Alessandra Donati e Silvia Simoncelli

 

Sara Martinetti, École des hautes études en sciences sociales / Institut national d’histoire de l’art, Parigi,          Curatrice

“One million copies”: la fabbrica dell’Artist’s Reserved Rights Transfer and Sale Agreement

 

Alessandra Donati, Professore di Diritto Privato Comparato, Università Bicocca

La documentalità dell’arte contemporanea

 

Marco Scotini, curatore indipendente e Direttore Dipartimento di Arti Visive di NABA

Austellungwert e governo dei pubblici

 

Silvia Simoncelli, docente NABA e Leuphana Universität Luneburg

La ridefinizione del lavoro dell’artista nei certificati e nei contratti

 

Cesare Pietroiusti, artista e Paolo Bergmann, avvocato

In conversazione

 

Discussione con il pubblico e conclusioni

 

PERFORMATIVE DISPLAY | Ute Meta Bauer | 9.04, ore 11 aula A0.2

Posted in docenti, Events, Lecture, Screening by NABA Painting and Visual Arts on 09/04/2015

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano

ospita una open lecture di Ute Meta Bauer dal titolo:

PERFORMATIVE DISPLAY

What kind of exhibition should be done today?

 

Milano, Aprile 2015 – Il 9 aprile il Dipartimento di Arti Visive di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano ospiterà, all’interno del corso di Curatela del Biennio Specialistico in Arti Visive e Studi Curatoriali, la lecture aperta al pubblico di Ute Meta Bauer.

 

L’incontro si svolgerà sui temi della performatività del museo contemporaneo e dell’esposizione come social stage, nell’ambito della riflessione, avviata da Marco Scotini, critco d’arte, curatore indipendendte e direttore del Dipartimento di Arti Visive NABA, sulle pratiche e i modelli di costruzione dello spazio della mostra e l’indagine sui processi di produzione artistica e curatoriale.

 

Founding Director del Centre for Contemporary Art, NTU (Singapore) e curatrice della mostra personale di Joan Jonas per il Padiglione Americano alla 56esima edizione della Biennale d’arte di Venezia, Ute Meta Bauer racconterà Theatrical Fields, progetto sperimentale, curato al Bildmuseet di Umea (Svezia) tra il 2013 e il 2014, che ha coinvolto Judith Barry, Stan Douglas, Marcel Dzama, Joan Jonas, Isaac Julien e Constanze Ruhm, nell’esplorazione del concetto di “teatralità” attraverso manifestazioni di natura espositiva e discorsiva, fino ai format performativi di produzione artistica time-based.

 

Dettagli:

9 aprile ore 11:00 PERFORMATIVE DISPLAY#1

Incontro con Ute Meta Bauer.

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti

Via Darwin, 20

Milano

 

Ute Meta Bauer dal 2013 è Founding Director del CCA – Centre for Contemporary Art, Singapore ― centro di ricerca della Nanyang Technological University (NTU). Dal 2012 al 2013 è stata Dean alla School of Fine Art al Royal College of Art di Londra. Inoltre, dal 2009 al 2012, è stata Associate Professor e Founding Director dell’ACT, il programma in Art, Culture, and Technology presso il Massachusetts Institute of Technology (Cambridge, MA); dal 2005 al 2009 ha diretto il Visual Arts Program alla School of Architecture and Planning del MIT. Per dieci anni ha insegnato alla Academy of Fine Arts di Vienna (1996-2006).

Nel 2003 è stata il commissario del Padiglione norvegese alla 50esima edizione della Biennale di Venezia. Con Hou Hanru, ha co-diretto il World Biennial Forum No. 1 a Gwangju (Korea del Sud, 2012); è stata Direttore artistico alla terza Berlin Biennale for Contemporary Art nel 2004 e co-curatrice di Documenta11 (2001–2002) facendo parte del team di Okwui Enwezor.

NABA

Sabrina Di Pietrantonio- sabrina.dipietrantonio@laureatedesign.it

Ufficio Stampa

Stefania Colò – stefania.colo@bm.com

Cristina Caricato – cristina.caricato@bm.com

 

 

NABA

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano, è un’Accademia di formazione all’arte e al design: è la più grande Accademia privata italiana e la prima ad aver conseguito, nel 1980, il riconoscimento ufficiale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Offre corsi di primo e secondo livello nel campo del design, del fashion design, della grafica, delle arti multimediali, delle arti visive, della scenografia, per i quali rilascia diplomi accademici equipollenti ai diplomi di laurea universitari. Nata per iniziativa privata a Milano nel 1980 per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Gianni Colombo, ha avuto da sempre l’obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee e al sistema dell’arte e delle professioni creative. Dal 2009, NABA è entrata a far parte di Laureate International Universities, un network internazionale di più di 80 istituzioni accreditate in 29 Paesi che offrono corsi di laurea di primo e secondo livello a 950.000 studenti in tutto il mondo.

9999. An Aternative To One-Way Architecture | 24 Marzo 2015 ore 17 – aula A1.1

Posted in docenti, Events, Lecture by NABA Painting and Visual Arts on 18/03/2015

cover9999sing

 

9999. An Aternative To One-Way Architecture

24 Marzo 2015 ore 17 – aula A1.1

 

 

 

 

Presentazione di 9999. An Aternative To One-Way Architecture, libro di Marco Ornella, studente laureato nel 2014 al Biennio di Arti Visive e Studi Curatoriali, edito da Plug_In.

Dialogo fra Carlo Caldini (9999), Marco Ornella (autore), Emanuele Piccardo (Editore Plug_In). Modera e introduce Marco Scotini (Direttore del Dipartimento di Arti Visive).

 

 

“9999. An alternative to one-way architecture” descrive per la prima volta la nascita e l’evoluzione del gruppo 9999, protagonista insieme a Archizoom, Superstudio, UFO e Zziggurat della ramo fiorentino del movimento italiano di Architettura Radicale.

 

Dal 1968 al 1972, con lo scopo di ridefinire forme e linguaggi della disciplina architettonica agli albori della nascente era elettronica e della massificazione dei consumi, il gruppo 9999 arriverà a formulare nell’ambito della Neo-avanguardia Italiana una nuova forma di progetto, in cui coesisteranno l’intimità della processualità manuale e l’evento mediatico, il progresso tecnologico e il sentimento ecologista.

La discoteca Space Electronic, costruita e gestita direttamente dal 9999, sarà l’espressione più pura della sua ricerca: un contenitore locale per i fenomeni mondiali degli anni Sessanta, come la musica rock e la cultura underground, così come un’autarchia personale per l’attuazione pratica della propria filosofia tecnologico-francescana.

 

 

Marco Ornella. Nato a Monza nel 1988. Si laurea nel 2011 in Design degli Interni presso il Politecnico di Milano. Nello stesso anno si iscrive alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano dove, nel 2014, consegue il Diploma Accademico di Secondo Livello in Arti Visive e Studi Curatoriali. La sua attività di ricerca è orientata all’indagine dei rapporti fra arte e architettura e allo studio di quelle figure della storia dell’architettura non ancora debitamente indagate.

Adrian Paci + Marco Scotini | 25 ottobre ore 10.30, Gallerie Piedicastello, Trento

Posted in docenti, Events, Lecture, Seminar, Workshop by NABA Painting and Visual Arts on 06/10/2014

716132 L' ARTISTA ADRIAN PACI FOTOGRAFATO CON LE SUE OPERE ALL' INTERNO DELLA GALLERIA FRANCESCA KAUFMANN E A BRERA                                               marco

 

trento1trento2

Scripta, l’arte a parole | Politiche della memoria | 30 settembre 2014, Libreria Brac, Firenze

Posted in docenti, Events, Lecture, Seminar by NABA Painting and Visual Arts on 25/09/2014

politiche_memoria_Copia di Layout 1

scripta

l’arte a parole

 

ciclo di presentazioni con autori e curatori di edizioni sulla critica d’arte contemporanea

a cura di Pietro Gaglianò

 

Libreria Brac, Firenze

 

martedì 30 settembre 2014 ore 18.00

Marco Scotini

presenta

Politiche della memoria

a cura di Marco Scotini e Elisabetta Galasso

DeriveApprodi

 

Torna scripta, la stagione di incontri sulla critica d’arte contemporanea curata da Pietro Gaglianò per la Libreria Brac rinnova il suo appuntamento con il pubblico di studiosi, artisti e appassionati che per il quarto anno potranno incontrare studiosi, critici d’arte, filosofi, tutti autori di libri dedicati ai linguaggi del contemporaneo. Come nelle precedenti edizioni scripta si concentra su un’editoria di approfondimento, spesso al margine dei grossi numeri del mercato di divulgazione, che si sforza di mantenere alto e vitale il dibattito sulla critica, sulle estetiche, sulle forme e sulle politiche dell’arte contemporanea.

 

Il primo appuntamento della stagione è con Marco Scotini, curatore con Elisabetta Galasso di Politiche della memoria, un volume che mette sotto inchiesta i modi in cui i dati vengono registrati, accumulati, archiviati.

Il libro: Politiche della memoria è un’antologia di testi dedicati al rapporto tra arte e pratiche del documentario, a partire dalla riflessione e sperimentazione di alcuni tra i maggiori artisti e filmmakers contemporanei. Al centro della riflessione c’è il tema dell’uso dell’immagine come documento e delle sue possibilità di manipolazione. Costruire la memoria attraverso l’archivio e raccontare la storia tramite il documentario non sono pratiche imparziali o esercizi di stile, ma traducono un punto di vista e contribuiscono a legittimare una visione della realtà. In opposizione al monopolio mediatico delle immagini, gli autori propongono una riscrittura visiva di questioni controverse come il postcolonialismo, il dopoguerra libanese, il conflitto mediorientale e i processi migratori su scala globale.

Con gli interventi di: John Akomfrah, Eric Baudelaire, Ursula Biemann, Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi, Khaled Jarrar, Lamia Joreige, Gintaras Makarevicius, Angela Melitopoulos, Deimantas Narkevicius, Lisl Ponger, Florian Schneider, Eyal Sivan, Hito Steyerl, Jean-Marie Teno, Trinh T. Minh-ha, Wendelien van Oldenborgh, Clemens von Wedemeyer, Mohanad Yaqub.

 

Marco Scotini, critico d’arte e curatore indipendente. È direttore del Dipartimento di Arti Visive presso la NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano. È curatore dell’Archivio Gianni Colombo di Milano. Dal 2005 cura la mostra itinerante «Disobedience Archive», esposta tra altre sedi a Berlino, Mexico DF, Eindhoven, Bucarest, Riga, Nottingham, Karlsruhe, Atlanta, Cambridge, Umea, Graz, Copenhagen, Istanbul. Dirige la rivista «No Order. Art in a Post-Fordist Society». Tra le ultime mostre curate figurano, “Il piedistallo Vuoto. Fantasmi dall’Est Europa” (Museo Archeologico, Bologna 2014) e “Vegetation as a Political Agent” (PAV, Torino 2014) .

 

 

 

Il programma dei prossimi mesi prevede:

giovedì 23 ottobre

Christian Caliandro, Italia Revolution, Bompiani

 

novembre

Teresa Macrì, Politics/Poetics, postmediabooks

 

______________________

Libreria Brac

via dei Vagellai 18r, Firenze

www.libreriabrac.net

info@libreriabrac.net – tel. (+39) 0550944877

Incontro con Anagoor: dalla “città ideale” allo spazio etico del teatro

Posted in docenti, Events, Lecture by NABA Painting and Visual Arts on 09/01/2014

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Anagoor: dalla “città ideale” allo spazio etico del teatro
seminario/lezione
Martedì 14 gennaio, Aula E.1.1 ed. B, ore 9,00 -11,00

 

Martedì 14 gennaio, presso l’Aula E.1.1, nell’ambito del corso di Storia dell’Arte Contemporanea II, si terrà un seminario aperto a tutti i docenti e studenti NABA con la compagnia teatrale Anagoor (nata nel 2000 a Castelfranco veneto su iniziativa di Simone Derai e Paola Dallan).
L’idea di teatro come spazio comune di costruzione di esperienza e conoscenza, il complesso rapporto tra l’arte, le immagini dell’arte e la dimensione teatrale insieme all’approccio metodologico e le pratiche di allenamento fisico spese nella realizzazione di uno spettacolo, costituiranno alcuni dei temi dell’incontro cui si discuterà con Anagoor a partire dal loro ultimo spettacolo L.I. | Lingua Imperii (vincitore del del premio Jurislav Korenić per la regia al GRAND-PRIX del 53mo Festival MESS di Sarajevo nel 2013 e in scena dal 14 al 19 gennaio presso il teatro Elfo Puccini di Milano).
L’incontro si inserisce come ulteriore approfondimento dei temi trattati durante le lezioni volte allo studio e alla comprensione dell’impatto della performatività sui linguaggi dell’arte contemporanea.

Incontro con Adrian Paci | 17 Dicembre 2013, ore 18,30 | aula G0.4

Posted in docenti, Events, Exhibition, Lecture, Screening by NABA Painting and Visual Arts on 16/12/2013

PACI_invito (3)

NABA

in collaborazione con PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano

presenta

 

INCONTRO CON L’ARTISTA: Adrian Paci

Introduce Marco Scotini, critico, curatore e direttore del dipartimento di Arti Visive NABA

 Paola Nicolin, curatrice della mostra, critica e storica dell’arte

e Diego Sileo, conservatore PAC

 

17 Dicembre 2013, ore 18,30

NABA, via Darwin 20 – Milano

 

 

Milano, 13 dicembre 2013Dopo le recenti retrospettive in istituzioni internazionali, dal Jeu de Paume di Parigi alle prossime previste nel 2014 a Montreal e Göteborg, l’artista albanese Adrian Paci, in mostra al PAC di Milano fino al 6 gennaio 2014, presenterà al pubblico oltre quindici anni della sua ricerca e produzione artistica.

L’occasione è la sua personale “Vite in transito”, attualmente in corso al PAC Padiglione di Arte Contemporanea Milano, che presenta un’ampia selezione di opere realizzate a partire dalla metà degli anni Novanta fino alla produzione più recente, la nuova opera The Column (2013), in un percorso che esprime la varietà di linguaggi che Adrian Paci utilizza nel suo lavoro, spaziando dal disegno alla fotografia, dalla pittura al video fino alla scultura.

Il lavoro di Paci indaga importanti tematiche sociali come l’immigrazione, la ricerca di un’identità, il senso di smarrimento e il rapporto con il futuro.

Superando la sua vicenda personale, l’artista descrive quella che ritiene essere la condizione universale dell’uomo contemporaneo: un impulso non controllabile a cambiare luogo, contesto, lingua e idee senza avere garanzie.

L’incontro sarà introdotto da Marco Scotini, direttore del dipartimento di Arti Visive NABA, da Paola Nicolin, curatrice della mostra, critica e storica dell’arte e da Diego Sileo, conservatore del PAC.

 

 

Adrian Paci, nato in Albania nel 1969, ha scelto nel 1997 come città di adozione Milano. Dopo una formazione artistica di tipo classico, ha insegnato storia dell’arte ed estetica all’Università di Scutari prima di trasferirsi in Italia. Il successo raccolto con la partecipazione alla cinquantunesima edizione della Biennale di Venezia , gli ha permesso di ottenere numerosi riconoscimenti internazionali.

NABA

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano, è un’Accademia di formazione all’arte e al design: è la più grande Accademia privata italiana e la prima ad aver conseguito, nel 1980, il riconoscimento ufficiale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Offre corsi di primo e secondo livello nel campo del design, del fashion design, della grafica, delle arti multimediali, delle arti visive, della scenografia, per i quali rilascia diplomi accademici equipollenti ai diplomi di laurea universitari. Nata per iniziativa privata a Milano nel 1980 per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Gianni Colombo, ha avuto da sempre l’obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee e al sistema dell’arte e delle professioni creative. Dal 2009, NABA è entrata a far parte di Laureate International Universities, un network internazionale di più di 75 istituzioni accreditate in 30 Paesi che offrono corsi di laurea di primo e secondo livello a 800.000 studenti in tutto il mondo.

 

PAC

Il PAC è uno dei primi esempi in Italia di spazio espositivo progettato per l’arte contemporanea. Con la sua attività, iniziata nel 1979, ha mantenuto aperto il discorso sulla contemporaneità orientando il proprio sguardo verso il futuro. Negli anni ha ospitato grandi nomi del panorama artistico contemporaneo internazionale come Laurie Anderson, Kounellis, Duane Hanson, Emilio Vedova, Andres Serrano, Lucio Fontana, Richard Long, Vanessa Beecroft, Marina Abramovic, Yayoi Kusama, Tony Oursler e molti altri. Accanto a questi progetti non mancano proposte di ricerca e sperimentazione con artisti ancora poco noti al pubblico italiano e indagini sul panorama nazionale, con mostre personali o collettive dedicate ad artisti italiani di generazioni diverse. Parallelamente all’attività espositiva il PAC promuove la conoscenza dell’arte contemporanea con attività didattiche per adulti e ragazzi, incursioni in ambito musicale e teatrale, reading, incontri e conferenze. Socio Fondatore di AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani – il PAC interagisce anche con le principali realtà sul territorio che si occupano di contemporaneità.

www.pacmilano.it

 

 

Per informazioni

NABA

Ufficio Comunicazione:

Sabrina Di Pietrantonio, sabrina.dipietrantonio@laureatedesign.it

Ufficio stampa: SEC Relazioni Pubbliche e Istituzionali,

Giulia Bertolini, bertolini@secrp.it 333 7891567

Lara Visigalli, visigalli@secrp.it 3358348516

PAC

Padiglione d’Arte Contemporanea

Comunicazione:

Francesca La Placa, francesca.laplaca@comune.milano.it

Ufficio stampa mostra: Civita

Barbara Izzo – Arianna Diana izzo@civita.it T. 06692050220-258

Ombretta Roverselli  roverselli@civita.it T. 0243353527

Milano, quale Cultura? | 3 dicembre 2013 Fondazione Forma ore 16

Posted in docenti, Events, Lecture by NABA Painting and Visual Arts on 02/12/2013

doppiozero quale cultura

Conversazioni sul Collezionismo | Novembre 2013 – Gennaio 2014

Posted in docenti, Events, Lecture by NABA Painting and Visual Arts on 06/11/2013

invito collezionismo2

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano
e Open Care – Servizi per l’arte

Presentano

Conversazioni sul Collezionismo

Novembre 2013 – Gennaio 2014

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano e Open Care – Servizi per l’arte presentano un ciclo di incontri sul collezionismo, organizzato in cooperazione con il Corso Avanzato in Contemporary Art Markets, del Dipartimento di Arti Visive NABA. Gli incontri affrontano il tema del collezionismo d’arte contemporanea da diverse prospettive, trattando argomenti legali, offrendo interpretazioni curatoriali, e discutendo il ruolo del mercato e delle nuove tecnologie. Le conversazioni saranno dedicate alle presentazioni di libri di nuova pubblicazione, e di ricerche recenti, accompagnate da discussioni tra gli autori, esperti e collezionisti.

Durante le serate sarà possibile ricevere informazioni sul Corso Avanzato in Contemporary Art Markets di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano. Con inizio a febbraio 2014, il corso analizza gli sviluppi recenti del mercato dell’arte contemporanea attraverso cinque moduli tematici, con lezioni, case history, visite guidate, e ha tra i suoi docenti affermati professionisti, per fornire contenuti approfonditi e aggiornati.

14 novembre 2013:  Presentazione del Volume “The  Art Collecting Legal Handbook”, a cura di Bruno Boesch e Massimo Sterpi (Thomson Reuters, Londra, 2013). Intervengono: Avv. Massimo Sterpi, Studio Jacobacci e Associati, Roma; Alessandra Donati, Università Milano Bicocca; Gemma Testa, Presidente, ACACIA, Milano; Philip Rylands, Direttore, Peggy Guggenheim Collection, Venezia; Alberto Garutti, Artista, Milano; Pietro Vallone, Galleria Massimo De Carlo, Milano – Londra. Modera: Silvia Simoncelli, docente NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, Milano

Il volume presenta una dettagliata ricognizione delle norme che regolano il commercio d’arte, in una prospettiva internazionale. The Art Collecting Legal Handbook nasce infatti per rispondere alle esigenze poste dal mercato dell’arte globalizzato e fare chiarezza intorno alle problematiche di carattere legale, fiscale, doganale, assicurativo che la circolazione delle opere genera in questo scenario. I curatori del volume si sono avvalsi del contributo dei migliori esperti di diritto dell’arte di quasi trenta Paesi, a cui hanno sottoposto una medesima serie di quesiti. Le risposte compongono una raccolta di informazioni essenziali non solo per i giuristi, ma anche per collezionisti, curatori, direttori di musei, assicuratori, trasportatori d’arte. L’opera è arricchita da un saggio di Daniel McClean sui contratti dell’artista, nonché dalle  introduzioni del direttore dell’ICOM, Julien Anfruns, e di Sam Keller, già direttore di Art Basel e direttore della Fondation Beyeler.

12 dicembre 2013: Presentazione del quarto Volume della collana “Quaderni del Collezionismo”, a cura della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, Torino (Johan & Levi, 2013) Intervengono: Marcella Pralormo, Direttore, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, Torino; Marco Scotini, Curatore indipendente e direttore del dipartimento di Arti Visive, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, Milano; Vincenzo de Bellis, Co-direttore Peep-Hole, Milano; direttore artistico miart; Enea Righi, Collezionista, Bologna; Andrea Succo, Collezionista, Milano. Modera: Antonella Crippa, Open Care, Milano

La collana de i “Quaderni del Collezionismo” raccoglie le conversazioni che si tengono dal 2010 presso la Sala di consultazione della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino su questo tema. Nel quarto volume sono riuniti gli atti degli incontri con Massimo e Angela Lauro e Guido Costa; Claudio Palmigiano e Marcella Beccaria; Enea Righi e Marco Scotini, Lidia Berlingieri Leopardi e Guido Costa. Le conversazioni si sono rivelate momenti intimi e di grande apertura in cui i collezionisti svelano il loro gusto artistico, raccontano come è nata la loro passione e l’amore per gli oggetti scelti e inseguiti con una combinazione straordinaria di grande fiuto, gusto estetico, fortuna e, talvolta, anche di pura ossessione. Gli ospiti della serata rifletteranno su questi temi, considerando la figura del collezionista e il suo ruolo, non solo da un punto di vista privato, ma anche nella sua relazione con le collezioni d’arte pubbliche, i musei, il mercato dell’arte.

 

21 gennaio 2014: “Comprare arte in un Click?” Collezionismo, mercato e nuove tecnologie. Incontro coordinato da Maria  Adelaide  Marchesoni, ArtEconomy24, Il sole 24 ore.

L’incontro affronterà le potenzialità che le nuove tecnologie offrono ai collezionisti per muoversi nel mercato dell’arte. Acquistare, visitare gallerie e fiere virtuali, entrare in contatto con gli esperti dal proprio salotto. Esperti e operatori del mercato si confronteranno analizzando il modo in cui internet sta cambiando le abitudini dei collezionisti, aprendo il mercato a nuovi acquirenti – e modificando il modo di operare di gallerie e case d’asta.

Gli incontri si terranno presso Open Care – Servizi per l’arte (via Piranesi 10 – Milano) con inizio alle 18.30.

NABA

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano, è un’Accademia di formazione all’arte e al design: è la più grande e la più innovativa Accademia privata italiana e la prima ad aver conseguito, nel 1980, il riconoscimento ufficiale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Offre corsi di primo e secondo livello nel campo del design, del fashion design, della grafica, delle arti multimediali, delle arti visive, della scenografia, per i quali rilascia diplomi accademici equipollenti ai diplomi di laurea universitari. Nata per iniziativa privata a Milano nel 1980 per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Gianni Colombo, ha avuto da sempre l’obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee e al sistema dell’arte e delle professioni creative.

Dal 2009, NABA è entrata a far parte di Laureate International Universities, un network internazionale di oltre 72 istituzioni accreditate che offrono corsi di laurea di primo e secondo livello a più di 780.000 studenti in tutto il mondo.

http://www.naba.it

CORSO AVANZATO IN CONTEMPORARY ART MARKETS. Il corso, alla sua seconda edizione, offre strumenti efficaci per comprendere dinamiche e scenari attuali dei mercati dell’arte contemporanea. Il programma si articola intorno a cinque moduli tematici, sviluppati attraverso lezioni in aula svolte da docenti e professionisti, per fornire contenuti approfonditi e aggiornati, insieme a case history e testimonianze. A queste, si affiancano visite a gallerie, collezioni e case d’asta. Da quest’anno una collaborazione con la fiera di miart permetterà ai partecipanti di svolgere un workshop durante l’evento, mentre la consolidata partnership con Open Care, consentirà di entrare in contatto diretto con professioni e servizi essenziali per il mercato dell’arte contemporanea. Le lezioni si svolgono da febbraio a maggio, con cadenza quindicinale nelle giornate di sabato. Direttore Marco Scotini; Course Leader Silvia Simoncelli.

Per informazioni: corsiliberi@naba.it

OPEN CARE – SERVIZI PER L’ARTE

Open Care conserva, gestisce e valorizza le opere d’arte e i patrimoni artistici pubblici e privati. Opera principalmente in quattro settori: la custodia, con un Caveau specializzato nel ricovero di opere d’arte e preziosi; la consulenza, con il dipartimento di Art Consulting; la movimentazione e il Trasporto delle opere; la Conservazione con i suoi cinque laboratori dedicati alla manutenzione e al restauro di dipinti, affreschi, opere d’arte antica, moderna e contemporanea, arredi lignei, arazzi e tessili antichi, tappeti e antichi strumenti scientifici, corredati da un laboratorio di analisi scientifiche.

La società ha sede nello storico complesso dei Frigoriferi Milanesi (1899), che ospita il Palazzo del Ghiaccio e  numerose organizzazioni e associazioni attive nel settore artistico e culturale.

http://www.opencare.it

Per informazioni:

NABA

Ufficio Comunicazione:

Sabrina Di Pietrantonio, sabrina.dipietrantonio@laureatedesign.it

Ufficio stampa: SEC Relazioni Pubbliche e Istituzionali,

Giulia Bertolini bertolini@secrp.it 333 7891567

OPEN CARE – SERVIZI PER L’ARTE

Ufficio comunicazione:

Franca Reginato, ufficio.comunicazione@opencare.it,  tel. 02 73983231