NABA Painting and Visual Arts/What's going on?

CENTRI E PERIFERIE | 25-26-27 gennaio 2013 | ARTEFIERA Bologna

Posted in docenti, Events, Lecture by NABA Painting and Visual Arts on 22/01/2013

inexactly this, amsterdam, 2012

25-26-27 gennaio 2013

ARTEFIERA Fiera internazionale d’arte contemporanea

CENTRI E PERIFERIE.

Incontri con curatori attivi nei paesi emergenti.

a cura di Marco Scotini

La serie di conferenze intende rintracciare sistemi artistici emergenti, geografie di disparità governamentale e differenti dinamiche del lavoro culturale. La posta in gioco è la posizione che questi sistemi locali stanno adottando nel sistema globale dell’arte contemporanea. I tre incontri, a cura di Marco Scotini, si concentrano sul modo in cui il ruolo delle industrie culturali sta influenzando differenti scenari economici attorno al mondo, con particolare attenzione al Medio Oriente e Nord Africa (Mirene Arsanios), Europa dell’Est (Vit Havránek) e America Latina (Carlos Motta).

venerdì 25 Gennaio h. 16-17

Conversazione con Mirene Arsanios, co-fondatrice del collettivo 98weeks.

sabato 26 Gennaio h 15.30-16.30

Conversazione con Vit Havránek direttore di tranzit.cz.

domenica 27 Gennaio h. 17-18

Conversazione con Carlos Motta, artista e curatore.

MIRENE ARSANIOS è una scrittrice con base a Beirut dal 2008. Nel 2007 è stata co-fondatrice del collettivo di ricerca 98weeks, insegna all’Università Americana di Beirut presso il Dipartimento di Belle Arti. I suoi scritti sono stati pubblicati su Bidoun, Flash Art International, Cura Magazine, The Rumpus e Ibraaz magazine. Ha collaborato a progetti editoriali di diversi artisti e alla redazione della rivista How to make (nice) things happen.

VÍT HAVRÁNEK è curatore e teorico con base a Praga. Dal 2002 ha lavorato come project leader a tranzit (www.tranzit.org). Dal 2007 è co-direttore di tranzitdisplay, un centro risorse per l’arte contemporanea, ed editore associato di JRP Ringier. Ha co-curato una serie di progetti espositivi tra cui: Adaptation, Steirischer Herbst; Manifesta 8, Spagna; Monument to Transformation, Centro Monthermoso; City Gallery di Praga; tranzit workshops, Bratislava; Le Plateau Parigi; tranzit – Auditorium, Stage, Backstage, Frankfurter Kunstverein; I, Secession; Futura, Praga, tranzit workshops Bratislava; Lanterna Magika, Espace Electra Parigi; Jiri Kovanda, Brno; Otto Piene, City Gallery Praga; action, word, movement, space, City Gallery Prague e altre. Ha co-pubblicato libri e cataloghi tra cui: Atlas to Transformation; Autobiographies; The Need to Document, Lanterna Magika; Action, word, movement, space; ha recentemente collaborato a pubblicazioni internazionali come: Promesses du passé, Centre Pompidou, Voids: A Retrospective, Centre Pompidou, e numerose riviste d’arte (Umělec, Springerin, Flash Art, Manifesta Journal e altre).

CARLOS MOTTA (Bogotá, 1978) è artista e curatore con base a New York. Le sue opere documentano le condizioni sociali e le lotte politiche di comunità a minoranza sessuale o di genere con lo scopo di produrre progetti di auto-rappresentazione che sfidino i discorsi normativi dominanti sul genere e la sessualità. I suoi lavori sono stati presentati al Guggenheim Museum, New Museum e MoMA/PS1, New York; Tate Modern di Londra; Museu Serralves di Porto; Palazzo delle Papesse di Siena; ha esposto alla X Biennale di Lione e in molti altri spazi indipendenti a livello internazionale.

MARCO SCOTINI è curatore indipendente e critico d’arte con base a Milano. E’ direttore del Dipartimento di Arti visive, Performative e Multimediali e della Scuola di Studi Curatoriali di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. E’ direttore editoriale della rivista No Order. Art in a Post-Fordist Society (Archive Books, Berlino) e dell’Archivio Gianni Colombo (Milano).  E’ stato uno dei membri fondatori dell’Isola Art and Community Center a Milano. I suoi scritti sono stati pubblicati su riviste e periodici tra cui: Moscow ArtMagazine, Springerin, Flash Art, Domus, Manifesta Journal, Kaleidoscope, Brumaria, Chto Delat?/What is to be done?, Alfabeta2. Tra le sue mostre più recenti Disobedience Archive (Berlino, Città del Messico, Nottingham, Bucharest, Atlanta, Boston, Umea, Copenhagen, 2005-2012), A History of Irritated Material (Raven Row, Londra 2010, co-curata con Lars Bang Larsen) e Gianni Colombo (Castello di Rivoli, Torino, 2009, co-curata con Carolyn Christov-Bakargiev). Ha inoltre curato numerosi progetti espositivi con artisti internazionali tra cui: Santiago Sierra, Deimantas Narkevicius, Jaan Toomik, Ion Grigorescu, Regina Josè Galindo, Gianni Motti, Anibal Lopez, Said Atabekov, Alimian Jorobaev, Vangelis Vlahos, Maria Papadimitriou, Armando Lulaj, Bert Theis e molti altri. Sta attualmente lavorando alla mostra Disobedience Archive (The Republic) per il Castello di Rivoli (Torino) che inaugurerà a marzo 2013.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: