NABA Painting and Visual Arts/What's going on?

I VESPRI – CIVIC FORUM IN FIVE ACTS

Posted in docenti, Events, Exhibition by NABA Painting and Visual Arts on 19/07/2012

 

 

I VESPRI

CIVIC FORUM IN FIVE ACTS

a cura di Marco Scotini

Modica, 24-25 agosto 2012

 

 

La ripetizione restituisce al passato (alla Storia) la sua possibilità. Eventi e fatti già accaduti, sotto il segno della ripetizione, divengono ancora una volta possibili. Essi non risultano moltiplicati in più esemplari, come copie di una stessa matrice, ma ripetuti “qui e ora” o messi in atto nel presente come un’azione singolare, nuova. Il rito prima, il mito poi hanno fatto della ripetizione il fulcro della creazione della Storia.

Il mito del Vespro, quello dell’improvvisa rivolta del popolo siciliano contro la dominazione straniera dei francesi nel 1282, non è altro che uno di questi potenziali (una potenza virtuale) sempre sul punto di essere attualizzati e da cui anche Giuseppe Verdi, in pieno Risorgimento, ha tratto il noto melodramma in cinque atti con prima a Parigi del 1855.

 

Il progetto I Vespri. Civic forum in five acts, curato da Marco Scotini, è pensato appositamente per la città di Modica e intende assumere la sua spazialità barocca quale scena fisica e concreta di una drammaturgia urbana i cui attori saranno gli stessi abitanti assieme agli artisti e ai pubblici dell’arte. Attraverso le pratiche artistiche contemporanee il progetto intende proporsi come un vero e proprio forum di dibattito pubblico e come display di cultura immateriale e antropologica. Le persistenze della tradizione siciliana (contastorie, pupari, opranti) si uniranno alle istanze e agli stili di vita dei nuovi soggetti migranti da tutta l’area del Mediterraneo. La città sarà assunta come vero e proprio ready made in cui gli artisti saranno invitati a lavorare alla sua temporanea “messa in scena”.

 

Dopo il successo riscosso lo scorso anno dalla performance “The Encounter” dell’artista albanese Adrian Paci presso la città di Scicli, la Galleria Laveronica, in collaborazione con il comune di Modica, presenta per la nuova stagione espositiva un progetto curatoriale che vede coinvolti una serie di artisti internazionali, di filmmakers, di intellettuali e una pluralità di soggetti locali.

Prendendo spunto dalla straordinaria notorietà dell’opera verdiana I Vespri Siciliani della metà del XIX secolo, l’evento artistico di Modica vuole far proprio il format spazio-temporale dell’opera lirica e riprodursi in cinque atti che avranno la durata

complessiva di una 24 ore non-stop. L’evento, che inizierà nell’ora del tramonto (l’ora del vespro appunto) e si concluderà alla stessa ora del giorno dopo, è concepito come un concatenamento di azioni performative, ciascuna conclusa in sé, come gli atti del melodramma verdiano.

 

L’idea della teatralizzazione urbana si svilupperà a partire dalle forme di rappresentazione che appartengono tanto alla tradizione siciliana quanto al presente sociale che accomuna centri e periferie: ritualità religiose, processioni sacre, teatro dei pupi, teatro classico greco, screening program, comizio politico, conferenza performativa, coreografie tradizionali. Queste forme di ritualità collettiva che trasformeranno la città in una grande agorà pubblica saranno ripensate in rapporto a un’idea di partecipazione civica, di ricomposizione sociale, di nuove soggettività politiche e di cittadinanza “dal basso” che si confronta con l’attuale situazione insorgente del Mediterraneo: dal Nord Africa al Middle East. L’intreccio di storie arcaiche, documenti recenti, biografie personali e sedimentazioni culturali saranno al centro di questo evento artistico plurale ed eterogeneo.

 

Gli artisti inviati – alcuni emergenti, altri già riconosciuti a livello internazionale – provengono dall’area del Mediterraneo (Libano, Israele, Egitto, Libia, Italia, Francia, Croazia, Cipro, ecc.) e lavorano ciascuno con una commissione di persone locali che fanno capo a differenti associazioni e contesti lavorativi diversi e che, a vari livelli, sono stati implicati nei processi di produzione artistica dell’evento.

 

Artisti

 Eric Baudelaire (Francia- USA, 1973), Marianna Christofides (Cipro, 1980),Celine Condorelli (Italia-UK, 1974), Igor Grubic (Croazia, 1969),  Adelita Husny-Bey (Italia-Libia,  1985), Amir Yatziv (Israele, 1972), Wael Noureddine (Libano,1978), Roy Samaha (Libano, 1978), Jean-Marie Straub e Danièle Huillet (Francia, 1933. Francia, 1936-2006), Stefanos Tsivopoulos (Grecia, 1973).

 

Durata: 24/25 Agosto

 

Luoghi: Teatro Garibaldi, Chiesa di San Giorgio, Chiesa di San Pietro, Palazzo Tommasi Rosso – Tedeschi, Parco S. Giuseppe ‘U Timpuni’, Laveronica arte contemporanea, Società Operaia.

 

Inaugurazione: 24 Agosto – 19.00

 

LAVERONICA ARTE CONTEMPORANEA

Via Grimaldi 93 – Modica (RG)

http://www.gallerialaveronica.it

gallerialaveronica@gmail.com

+39 3392429308 – +39 0932948803

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: