NABA Painting and Visual Arts/What's going on?

Millepiani | Urban 4, I situazionisti nella città – 21 maggio – ore 18.00 – MACAO

Posted in Events, Lecture, Screening by NABA Painting and Visual Arts on 11/05/2012

Lunedì 21 maggio 2012, ore 18.00

NABA – Nuova Accademia di Belle Arti Milano – si sposta da MACAO (via Brera 12/14) per la proiezione dell’ultimo film di Guy Debord: “Guy Debord, son art et son temps” e una discussione cui interverranno Rinaldo Censi, Marco Scotini, Bert Theis e Tiziana Villani

 Millepiani | Urban 4, I situazionisti nella città

Guy Debord, son art et son temps

“Parigi, la vecchia Parigi è sparita (più veloce d’un cuore, ahimè, cambia la forma d’una città).” Con questa frase si apre Guy Debord, son art et son temps, l’ultimo film del grande teorico de La Société du spetacle, proiettato dopo la sua scomparsa nel 1994. Un détournement da Baudelaire per la presentazione del quarto numero di Millepiani | Urban, dedicato interamente al rapporto tra i situazionisti e la città, al tema debordiano per eccellenza quale quello della “situazione”.

Il movimento dell’Internazionale Situazionista si presenta come passaggio all’azione di una resistenza creativa il cui orizzonte più proprio è quello dell’urbano. Fra i diversi procedimenti situazionisti, la deriva si presenta come una tecnica del passaggio veloce attraverso svariati ambienti. Il concetto di deriva è indissolubilmente legato al riconoscere effetti di natura psicogeografica ed all’affermazione di un carattere ludico -costruttivo…“Internazionale Situazionista”, n. 2, Teoria della deriva, 1958.

L’ambiente cui i situazionisti fanno riferimento è quello delle città dove si rischia l’impoverimento della vita, un ambiente mai neutrale, ma che ci trasforma e che noi trasformiamo. Le varianti possibili consistono allora nella creazione di situazioni, che devono confliggere con la frammentazione delle esistenze illusoriamente ricomposte dal regime delle immagini e dello spettacolo. Quanto mai attuale, quest’impostazione torna nell’oggi con il suo dirompente rimando ad un urbano esploso e proprio per questo assoggettato alle più diverse strategie di uniformazione e controllo, ma pur sempre ricco di alternative.

Il Convegno Internazionale franco-italiano intitolato La ville des situationnistes, tenutosi a l’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture de Paris LaVillette nell’aprile del2011, haripreso l’insieme di queste interrogazioni raccogliendo contributi – tra gli altri di Thierry Paquot, Marco Scotini, Tiziana Villani, Patrick Marcolini e Bert Theis – strettamente correlati alla ricerca di nuove pratiche per inventare l’urbano, piano in cui si declinano le soggettività e gli ambienti variamente esposti ai mutamenti indotti dalla “mega macchina sociale” del mondo odierno.

 millepiani.org/urban/

 

 

                         A cura del Dipartimento di Arti Visive, Performative e Multimediali NABA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: